Come vedi la classe scolastica fra cinque anni? Che forma assumerà l’apprendimento? Come verrà utilizzata la tecnologia? European Schoolnet, un partenariato unico nel suo genere che comprende 30 Ministeri della pubblica istruzione di tutta Europa, vuole conoscere la tua opinione! Esprimi il tuo punto di vista in questo sondaggio della durata di cinque minuti e aiutaci a dare forma alla classe del futuro. Tutte le risposte sono raccolte in forma anonima, ma – se vuoi – puoi lasciarci il tuo indirizzo di posta elettronica per ricevere il report o la nostra newsletter.

Per saperne di più sul Future Classroom Lab visita il sito http://fcl.eun.org, mentre per conoscere European Schoolnet e i trend più attuali: http://www.eun.org/observatory/trends.

Grazie!

Question Title

* 1. Quali trend didattici pensi avranno il maggior impatto sulla didattica e l’apprendimento del futuro?

  Impatto elevato Impatto medio Impatto scarso Nessun impatto Non so
VALUTAZIONE: la valutazione si sposta da “ciò che sai” a “ciò che puoi fare”.
APPRENDIMENTO INCENTRATO SUGLI ALUNNI: una presa di distanza dall’insegnamento frontale per rivolgersi a pedagogie che mettono i bisogni dei singoli studenti al centro dell’apprendimento.
RUOLO DEGLI INSEGNANTI: il ruolo dell’insegnante è quello del mentore, che supporta gruppi e individui, in parte grazie alla tecnologia che permette di risparmiare tempo di preparazione delle lezioni e incrementare la produttività.
APPRENDIMENTO MISTO: l’apprendimento basato sulla classe comprende una didattica accessibile al di fuori della scuola, che migliora il flusso di informazioni fra scuola e casa, e coinvolge maggiormente i genitori.
RISORSE DIDATTICHE OPEN: l’uso delle risorse didattiche open aumenta, e permette di sfruttare l’interoperabilità del contenuto didattico e dei servizi quale che sia il dispositivo usato.
APPRENDIMENTO PERMANENTE: i giovani sono più motivati a continuare ad apprendere dopo aver lasciato la scolarizzazione formale.
AMBIENTE DI APPRENDIMENTO PERSONALE: l’ambiente di apprendimento online vi coinvolgerà con i contenuti pensati su misura per i tuoi bisogni personali, lo stile di apprendimento e gli interessi individuali.
SOCIAL MEDIA: il modo in cui i discenti condividono idee e emozioni porterà a un apprendimento più “social”, fatto di co-creazione, supporto dell’aspetto emotivo dell’apprendimento, meno privacy.
ADATTABILITÀ: la tecnologia si adatterà in maniera intuitiva ai bisogni, alle capacità e alle preferenze dei singoli studenti, compresi quelli con bisogni speciali.
APPRENDIMENTO COLLABORATIVO: Meno lavoro individuale e più lavoro di gruppo
APPRENDIMENTO INFORMALE: per un numero sempre maggiore di studenti, l’apprendimento è auto-diretto, in community e reti di apprendimento personali, oltre che nei contesti scolastici formali.
INSEGNAMENTO CAPOVOLTO: gli studenti padroneggiano i concetti essenziali a casa. Il tempo trascorso in aula viene usato per riflettere, discutere e sviluppare argomenti.
APPRENDIMENTO BASATO SUI PROGETTI: gli studenti lavorano su quesiti e problemi da esaminare in gruppo, si organizzano e si gestiscono da soli quanto più possibile. L’apprendimento va normalmente oltre le materie tradizionali.
ACCOUNTABILITY: ci sarà più visibilità per i risultati degli studenti (e degli insegnanti) e sarà esercitata una maggiore pressione sugli insegnanti da parte di genitori, media, politici, datori di lavoro affinché vengano migliorati i risultati.
APPRENDIMENTO BASATO SULLA CLOUD: dati, strumenti e software sono tutti online e possono essere raggiunti e modificati dai diversi dispositivi.
MONDO REALE: esperienze virtuali, simulazioni, altri insegnanti/esperi, problemi del mondo reale e del mondo del lavoro porteranno il mondo esterno nell’apprendimento.
APPRENDIMENTO BASATO SUI GIOCHI: l’apprendimento si mescola con i giochi e i loro meccanismi.
PERSONALIZZAZIONE: l’apprendimento sarà più personalizzato, guidato da ricchi dati di valutazione e analitiche di apprendimento per selezionare scenari didattici e consigliare i più efficienti per gli studenti.
APPRENDIMENTO MOBILE: abbiamo accesso alla conoscenza attraverso smartphone e tablet, a volte usando ambienti di apprendimento virtuale. Impariamo in qualunque momento, ovunque.
PERSONALE: la tecnologia sarà personale, portatile e persino da indossare; insomma, sarà sempre disponibile. Gli studenti si aspettano di usare i propri tablet e smartphone in aula.

Question Title

* 2. Ritieni ci siano altri trend importanti? Condividili con noi!

Question Title

* 3. Vorrei ricevere via email:

T